n° 203
Maggio/Giugno 2016
Maggio 28, 2016, 05:58:23 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia:
 
   Indice   Linux Windows Techassistance Gameassistance videogame hardware Aiuto Ricerca Agenda Downloads Accedi Registrati  



* Messaggi recenti
Messaggi recenti
Pagine: [1] 2 3 ... 10
 1 
 inserita:: Maggio 26, 2016, 07:18:56  
Aperta da Mircosoft - Ultimo messaggio da DEV-01
Ogni classe può esporre eventi e questi possono essere intercettati per poter eseguire determinate operazioni in specifici punti del codice o al completamento di un'operazione dopo un'azione utente.

Puoi scatenare un evento, in linea di massima, in qualsiasi punto del codice all'interno di subs, functions, properties.

Gli eventi ti consentono di "emettere una notifica" in maniera semplice e possono portare con sé delle informazioni; vengono generalmente utilizzati per notificare un'avvenuta azione su un oggetto o un cambio di stato dell'oggetto stesso.

----

Un evento personalizzato è un evento simile, ad esempio, al click su un bottone ma creato da te.

Tutto quello che devi fare è creare una classe che erediti da EventArgs ed eventualmente fornirle proprietà da poter interrogare (tipo e.KeyCode o e.SelectedIndex tanto per capirci).

Potrai definire l'evento nelle classi le quali hai bisogno che lo espongano ed intercettarlo nei punti di codice dove il suo livello di accessibilità lo consenta.

Per quanto riguarda l'utilizzo puoi, ad esempio, procedere in due modi:

1) Dichiari un nuovo evento a livello globale;
2) Nel caso tu abbia bisogno di modificarne eventuali parametri, ne crei ed inizializzi uno nuovo ove ritieni che sia più opportuno.

Per scatenarlo ti avvali dell'istruzione RaiseEvent.

----

Ti consiglio di rifarti alla documentazione MSDN e a qualche esempio in rete: non è difficile da realizzare ma è un argomento abbastanza articolato soprattutto grazie alla possibilità di aggiungere e rimuovere i relativi Handles.

Spero di esserti stato d'aiuto.

 2 
 inserita:: Maggio 25, 2016, 03:52:15  
Aperta da ubuntumate - Ultimo messaggio da michele.p
Per un livello iniziale, e almeno in una fase iniziale, potresti affidarti a semplici progetti (e il fatto che siano semplici non vuol dire che non siano funzionali, almeno fino ad un certo punto/livello) come PICSim:

https://sourceforge.net/projects/picsim/files/picsim/picsim-0.6/

Sarebbe inutile (almeno in una prima fase e a mio modo di vedere) acquistare licenze di progetti software (simulatori) per migliaia di € per poi utilizzarlo solo per accendere un led, o farci del charlieplexing o cose simili. Inizia a vedere da 'sti progetti software più semplici, poi via via ti "allarghi".  Ghigno

P.S.: C'è anche un IDE della chipKit (ma non l'ho mai provato, quindi non saprei se puoi iniziare l'Assembly) per GNU/Linux

http://chipkit.net/started/install-chipkit-software/install-mpide-linux/

 3 
 inserita:: Maggio 25, 2016, 03:34:11  
Aperta da ubuntumate - Ultimo messaggio da ubuntumate
Grazie per l'interesse @michele.p . Il problema è sostanzialmente economico perché diversamente avrei ordinato subito MCU, breadboard e quant'altro e non avrei di sicuro pensato di installare Windows contro il quale mi sono accanito diverse volte. Dal momento che probabilmente dovrò attendere prima di poter fare un lavoretto estivo, volevo avere dei simulatori di MCU che mi permettessero di posizionare LED, interruttori etc per poter testare quanto scritto in attesa di poter acquistare il materiale. Il mio interesse al momento si rivolge ai PIC a 8 bit per i quali Microchip mette a disposizione XC8 e MPASM (purtroppo insieme all'IDE) però Linux non dispone di un simulatore decente. Mio obiettivo è quello di imparare a programmare bene almeno un paio di MCU a 8 bit di famiglie differenti in Assembly. Non ho alcun interesse nei confronti di circuiti stampati o altro, voglio solo scrivere firmware per esercitarmi con l'Assembly per poi cancellare e rifare un altro esercizio. Per il momento i PIC16XXX vanno più che bene. In conclusione mi basta un simulatore per PIC con possibilità di aggiungere componenenti base sulle varie PORTA, PORTB etc etc

 4 
 inserita:: Maggio 25, 2016, 03:15:01  
Aperta da ubuntumate - Ultimo messaggio da michele.p
Installa WINE sulla tua distro GNU/Linux, scarica e poi installa LTSPice della Linear Technology:

http://www.linear.com/designtools/software/

Sotto WINE funziona senza nessun problema (lo uso da diverso tempo oramai). È basato su una delle diverse versioni di SPICE che si sono avvicendate nel tempo. Naturalmente le librerie principali vedono integrati della LT, ma si possono aggiungere altre librerie senza alcun problema, in un modo simile ai file ".h" in C con la direttiva "include".

C'è poi un progetto (ripreso e) portato avanti dal Prof. Nenzi (insieme ad altri sviluppatori): NGSpice bsato su tre "motori" SPICE:

http://ngspice.sourceforge.net/

Se poi vuoi realizzare PCB fino a svariati layer potresti provare KiCAD ("sponsorizzato", per certi verti, anche dal CERN di Ginevra: infatti la prima cosa che fecero è rimuovere l'abominevole funzione di Autoroute, che dava tanto il sapore di PCB da anni '80):

http://kicad-pcb.org/

Poiché hai nominato Multisim (proprietario NI) ti ricordo anche che software come Labview e MatLab hanno la versione anche per GNU/Linux. Lo stesso MPLab X di Microchip gira su GNU/Linux.

IDE come quello adottato da Arduino (al di là del fatto che possa essere considerato un giocattolo, ma il più delle volte, almeno in una fase iniziale, è sicuramente di aiuto), ma c'è ne sta anche uno simile per la Waspmote (http://www.libelium.com/products/waspmote/) che usa un ATMega un po' più "in alto" dell'ATMega328 della Arduino, si affidano al compilatore avr-gcc:

https://gcc.gnu.org/wiki/avr-gcc

che supporta un certo numero di micro. E così via a seguire per tutta una serie di programmi per il Pinguino, proprietari e non, meno professionali o più professionali.

La domanda che mi porrei se fossi al posto tuo sarebbe un'altra: qual è l'obiettivo, il primo passo che voglio raggiungere? Ho mai utilizzato (alias programmato) un uC? In base alle risposte si può seguire una strada invece che un'altra.

 5 
 inserita:: Maggio 25, 2016, 02:59:25  
Aperta da ubuntumate - Ultimo messaggio da ubuntumate
Ciao a tutti,
ultimamente mi sta passando per la testa di installare Windows sul mio portatile per poter avere accesso a software utile per l'elettronica e la programmazione di MCU giocattolo, di quelle che si usano per imparare e che poi rimangono inutilizzate nel cassetto per molto tempo. Su linux non esiste molto software gratuito e minimamente accettabile per lo sviluppo di firmware per sistemi embedded, pertanto volevo chiedere se secondo voi vale la pena di installare Windows solo per avere programmi come Spice, Multisim e soprattutto simulatori di MCU. Questa idea, folle visti i miei trascorsi, nasce più che altro dall'impossibilità momentanea (in attesa di trovare qualche lavoretto estivo) di acquistare breadboard, oscilloscopio, MCU etc etc, non perché non mi trovi bene con Linux: alla fine sono tutti uguali questi SO mainstream, il giorno in cui avremo un SO decente a microkernel su desktop (L4 non conta) ampiamente utilizzabile sarò già 2 metri sotto terra.

Tornando in tema ho un product Presumo che un dual boot sia impossibile.key per Windows 7 Starter a 32 bit ma a quanto pare quest'ultima versione del SO di Microsoft avrebbe raggiunto l'EOL. Ho un molto modesto (ma neanche tanto considerando cosa riescono a fare i Veri Maestri dell'embedded con una manciata di byte) netbook Toshiba NB550D con un AMD C60, 4 GB di RAM e un minuscolo HD meccanico da 60 GB; insomma non uno Z9 anche se sopporta bene quella ciofeca di MPLAB X.  Pareri? Consigli?

Grazie,
ubuntumate.

 6 
 inserita:: Maggio 25, 2016, 09:59:27  
Aperta da Mircosoft - Ultimo messaggio da Mircosoft
Grazie per la risposta...

Cosa intendi per Evento personalizzato?

 7 
 inserita:: Maggio 21, 2016, 04:32:26  
Aperta da GizMo - Ultimo messaggio da GizMo
La prossima volta che devo comprare qualcosa da RS compro un paio di 74LVC245

 8 
 inserita:: Maggio 20, 2016, 09:14:39  
Aperta da Mircosoft - Ultimo messaggio da DEV-01
Prova tramite l'utilizzo di uno specifico evento personalizzato da scatenare al termine della compilazione della lista.

Il form figlio, intercettando l'evento tramite gestore, "capirà" che l'elaborazione è terminata e potrà, eventualmente, dare il via ad eventuali altre procedure.

 9 
 inserita:: Maggio 20, 2016, 07:30:06  
Aperta da Biomaucal - Ultimo messaggio da emmecilab
Sarebbe più opportuno utilizzare una libreria specifica per leggere i dati dalla seriale in modo da avere un codice portabile e non dipendente dai comandi del particolare sistema operativo.

Dai un'occhiata a JSSC https://github.com/scream3r/java-simple-serial-connector
Qui invece trovi degli esempi di codice
https://code.google.com/archive/p/java-simple-serial-connector/wikis/jSSC_examples.wiki




 10 
 inserita:: Maggio 20, 2016, 07:03:19  
Aperta da Biomaucal - Ultimo messaggio da Biomaucal
Allora, su ubuntu sono riuscito a catturare i dati della usb con java su eclipse usando il seguente frammento di codice:

 //Run the stream by USB to capture the stream

String[] cmd = {"/bin/sh","-c","echo \""+pwd+"\" | sudo -s stty -f \""+port+"\" speed 115200 min 60 time 1 ignbrk && echo \""+pwd+"\" | sudo -s cat \""+port+"\" >>file.txt"};
Process pb = Runtime.getRuntime().exec(cmd);

Il problema è che questo codice non riesco a usarlo su macOs. Come potrei convertirlo?

Pagine: [1] 2 3 ... 10
Copyright © 2015 Edizioni Master SpA. p.iva : 02105820787

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. - Privacy



powered by Simple Machines