n° 219
Novembre 2017
Dicembre 13, 2017, 05:21:28 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia:
 
   Indice   Linux Windows Techassistance Gameassistance videogame hardware Aiuto Ricerca Agenda Downloads Accedi Registrati  


* Messaggi recenti
Messaggi recenti
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: FAQ: Dev-C++ è una ciofeca e NON VA ASSOLUTAMENTE USATO  (Letto 8633 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
M.A.W. 1968
** LEGGETE IL REGOLAMENTO ! **
Global Moderator
Hero Member
*****

Karma: +224/-19
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2988


Discrete And Combinatorial Mathematics


Mostra profilo WWW
« inserita:: Luglio 19, 2010, 06:45:24 »

1) Dev-C++ è solo un ambiente IDE, non un compilatore. Peraltro si tratta di una IDE da anni abbandonata dai suoi stessi autori e totalmente deprecata, come si è ripetuto svariate volte ovunque: ad esempio qui, o qui, o qui...

2) Il compilatore associato nella installazione di default è MinGW, ma in linea di principio può essere qualsiasi cosa. In linea generale, è comunque del tutto immotivato utilizzare un port(1) del compilatore unix free e opensource unico dominante per sviluppare in ambiente windows.
Questo perché, superato un livello veramente elementare di "Hello world" e i soliti noiosissimi giochini con le liste concatenate, chi vorrà realmente diventare uno sviluppatore C dovrà affrontare quanto prima l'interazione col sistema operativo: ed è assolutamente lapalissiano che in ambiente Windows solamente i compilatori nativi(2) garantiscono di poter affrontare codesto compito nella sua massima estensione, come pure di sfruttare i metodi nativi, quindi altamente verticali e ragionevolmente molto più ottimizzati di qualsiasi framework "portable" per la creazione di GUI entro ambienti RAD avanzati, da Visual Studio ai vari prodotti Borland dall'onomastica perennemente cangiante. Per sviluppare in ambiente linux e dintorni, oltre ai classici strumenti CLI, vi sono in giro varie IDE opensource decorose (non che occorra molto a far meglio di dev-c++, in effetti). Anche questo è un concetto ribadito alcuni zilioni di volte su vari forum.

3) La pestilenziale diffusione di idiomi abominevoli, nefandi e demenziali come system("PAUSE") è dovuta in gran parte proprio alle patetiche deficienze di codesta IDE. VADE RETRO !

4) Nella stragrande maggioranza dei luoghi di lavoro, non avrete assolutamente la libertà di scegliere il compilatore, il framework e l'ambiente di sviluppo. Sarà d'uopo quindi che vi mettiate bene in testa di fare i conti con la realtà il prima possibile: se non andate a cercare un impiego di nicchia o un posto in qualche dipartimento universitario, oggi come oggi la probabilità più schiacciante è che troviate impiego in una softwarehouse che utilizza prevalentemente o unicamente sistemi Microsoft e relativi tools di sviluppo.


(1) Codesti "piaceri" lasciateli pure ai fedayn di qualche muffito unix accademico ormai pavlovianamente incapaci di apprendere l'uso di un normale compilatore C/C++ per PC wintel, ed a quei rarissimi "fortunati" che si trovano per le mani due o trecentomila LOC di sorgenti C SCO o HP-UX traboccanti di system call e librerie posix più o meno "personalizzate", da far funzionare sotto Windows con una deadline a meno di due settimane...  Fico

(2) Giova ricordare per l'ennesima volta che in pratica quasi tutti i compilatori nativi per ambiente Windows sono disponibili a titolo non oneroso, e alcuni comprendono perfino tutti i sorgenti. Naturalmente, non mancano le alternative per chi voglia provare il brivido di sentirsi un Vero Programmatore usando un buon compilatore CLI, magari abbinato ad uno degli innumerevoli editor avanzati per programmatori - ormai più numerosi dei corpi celesti in qualche superammasso galattico.
Registrato

I Moderatori invitano tutti gli utenti a prendere visione del REGOLAMENTO e a rispettarlo.

Un blog? Io? Occhiolino
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Copyright © 2017 Edizioni Master SpA. p.iva : 02105820787

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. - Privacy



powered by Simple Machines