n° 219
Novembre 2017
Dicembre 11, 2017, 01:03:42 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia:
 
   Indice   Linux Windows Techassistance Gameassistance videogame hardware Aiuto Ricerca Agenda Downloads Accedi Registrati  


* Messaggi recenti
Messaggi recenti
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Integrare IDE in una propria applicazione  (Letto 3753 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
peppino_
Newbie
*

Karma: +0/-0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


Mostra profilo
« inserita:: Settembre 06, 2012, 10:25:48 »

Salve a tutti. Mi chiamo Giuseppe e studio informatica e colgo l'occasione per fare i complimenti al forum.

Vengo subito al dunque, sperando di aver postato nella sezione giusta e cercando di essere meno prolisso possibile ;-)

Vorrei integrare alcune caratteristiche di un IDE tipo Visual Studio (Express), Monodevelop oppure Eclipse in una mia applicazione in modo tale da poterne sfruttare caratteristiche quali editor, compilatore e debugger integrati nell IDE.
Nel momento in cui l'applicazione viene eseguita, tale IDE verrebbe caricato nell'applicazione in maniera "trasparente" e dovrebbere permettere l'uso delle funzioni sopra citate.

Non sapendo se ciò sia possibile e anche se lo fosse non saprei come fare, ho cercato in internet per avere degli spunti ma con scarso successo.

Saprebbe qualcuno indicarmi all'incirca come fare sempre che la cosa sia fattibile?

Vi ringrazio anticipatamente per tutti i consigli che saprete e vorrete darmi.

Saluti
Giuseppe
Registrato
alex.75
invioattach
Full Member
***

Karma: +14/-4
Scollegato Scollegato

Messaggi: 357



Mostra profilo WWW
« Risposta #1 inserita:: Settembre 06, 2012, 12:38:43 »

Ciao Giuseppe,
quello che chiedi (inglobare un programma con GUI o parte di esso in un altro programma con GUI) credo sia impossibile (tralasciando la legalità dell'operazione).
Sicuramente puoi "lanciare" un programma esterno, probabilmente passando anche dei parametri (ad esempio il file da aprire), ma non credo tu possa limitarne le funzionalità né tantomeno avere un ritorno; forse potresti conoscere il momento in cui viene chiuso.

Dai nomi che hai fatto immagino ti stia riferendo ad un applicativo per Windows. É di certo una informazione fondamentale.

La "base" più famosa per creare/integrare un editor di codice sorgente credo sia questa: scintilla.org.

Altrimenti potresti scaricare e studiare il codice sorgente (la parte che ti interessa) di SharpDevelop.

ciao
Registrato
M.A.W. 1968
** LEGGETE IL REGOLAMENTO ! **
Global Moderator
Hero Member
*****

Karma: +224/-19
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2988


Discrete And Combinatorial Mathematics


Mostra profilo WWW
« Risposta #2 inserita:: Settembre 06, 2012, 01:23:11 »

Non sapendo se ciò sia possibile e anche se lo fosse non saprei come fare, ho cercato in internet per avere degli spunti ma con scarso successo.

Saprebbe qualcuno indicarmi all'incirca come fare sempre che la cosa sia fattibile?

Quanto richiesto non è fattibile e risente di una vera e propria inversione di prospettiva. Una IDE è già di suo, per definizione, un aggregatore di risorse ed eseguibili esterni, coordinati attorno ad un editor più o meno avanzato. Dunque l'idea fondamentale per qualsivoglia personalizzazione, semmai, è quella diametralmente opposta: sviluppare un plugin o un'applicazione specifica da integrare in una IDE. Operazione ampissimamente documentata e corredata di innumerevoli esempi nella letteratura delle varie IDE disponibili, opensource e non.
Registrato

I Moderatori invitano tutti gli utenti a prendere visione del REGOLAMENTO e a rispettarlo.

Un blog? Io? Occhiolino
peppino_
Newbie
*

Karma: +0/-0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


Mostra profilo
« Risposta #3 inserita:: Settembre 06, 2012, 01:28:16 »

Ciao Alex,
ti ringrazio innanzitutto per la risposta. Le applicazioni sono applicativi Windows.

In effetti ero arrivato anche io alla tua stessa conclusione e l'unica cosa si  può fare é come hai già fatto notare, lanciare un'istanza di un altro programma (es. Visual Studio nuovamente) che poi comunque non avrà nessun modo di comunicare con l'applicazione che lo ha lanciato, tantomeno scambiare informazioni su cosa fa il debugger. In effetti è davvero difficile da immaginare.

Basavo il tutto su un qualcosa raccontatomi da un mio collega che afferma di aver visto girare un'applicazione che eseguiva Eclipse in maniera trasparente per l'utente e permetteva anche di effetuare il debugging di codice PL/SQL.

Comunque ogni dritta é ben accetta.

Grazie di nuovo.


aggiornamento: ho preso visone, anche se in ritardo , del messaggio di MAW e ringrazio ulteriormente.
Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Copyright © 2017 Edizioni Master SpA. p.iva : 02105820787

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. - Privacy



powered by Simple Machines